venerdì 3 agosto 2012

- 3


Lunedì mattina, se tutto va bene, atterrerà su Marte la sonda robotica Curiosity, grazie a uno dei più complessi procedimenti di atterraggio mai ideati. Curiosity è troppo grande e troppo pesante per essere fatta scendere con le modalità attuate in precedenza (Spirit e Opportunity erano 'precipitati' sul suolo marziano dentro un involucro rivestito di airbags). 


Allora si è deciso di inventare una gru volante che calerà la sonda sul suolo del Pianeta Rosso con la opportuna delicatezza. 


L'operazione di discesa è così complessa che è stata denominata 'i 7 minuti di terrore'.
Tra tre giorni vedremo se la genialità (e la fantasia) degli ingegneri della Nasa sarà coronata da successo.

In bocca al lupo, Curiosity!

Nessun commento:

Posta un commento